mitologia greca - il mito di Pigmalione

Il mito di Pigmalione attraverso Rousseau

Il mito di Pigmalione non compare solamente nei testi antichi, ma anche nelle opere come quella del filosofo Jean-Jacques Rousseau: Pygmalion.

Il mito di Pigmalione

Ho già parlato di Pigmalione, personaggio della mitologia greca, re o scultore – in base alle varianti del mito – che s’innamorò di una statua raffigurante una bellissima ragazza, e della frustrazione del protagonista.

In quell’articolo ho specificato che questo mito non è stato solamente raccontato dagli autori antichi, ma che è stato ripreso più volte nell’arte fino ad arrivare ai tempi moderni.
Puoi infatti ritrovare tale mito in diversi dipinti.
Ma non solo opere d’arte sono state realizzate: l’uomo ha saputo rappresentare il racconto anche sul palcoscenico.

Il mito ripreso dal filosofo

Un esempio è quello del filosofo ginevrino Jean-Jacques Rousseau.
Nel novembre del 1762 egli compose il libretto lirico Pygmalion nella frazione svizzera di Môtiers, lasciando largamente incompiuta però l’intonazione musicale: ne compose solamente due.
Fu infatti solo nel 1770 che durante un viaggio a Lione decise di affidare la parte degli intervalli musicali a un amico e compositore dilettante: Horace Coignet, commerciante e violinista della città.
Costui compose 24 delle 26 arie dell’opera.

Il 19 aprile 1770, all’Hôtel de Ville di Lione, fu messa in scena per la prima volta una rappresentazione privata del libretto con intermezzi musicali del francese Horace Coignet, che compose 24 delle 26 arie dell’opera.
In questa opera la statua ha le sembianze della ninfa Galatea.

L’opera di Rousseau del mito di Pigmalione godette di buon successo alla Comédie Française, e notevole su anche il successo il seguito nel resto d’Europa.

Questo l’inizio del testo, che puoi leggere per intero andando qui:

 Il n’y a point-là d’ame ni de vie; ce n’est que de la pierre. Je ne ferai jamais rien de tout cela.
O mon génie, où es-tu? Mon talent qu’es tu devenu? Tout mon feu s’est éteint, mon imagination s’est glacée; le marbre sort froid de mes mains.
Pygmalion ne fais plus des Dieux: tu n’es qu’un vulgaire Artiste….Vils instrumens qui n’êtes plus ceux de ma gloire, allez, ne déshonorez point mes mains.

Ancora oggi ci sono rappresentazioni di questa composizione, come quella che puoi guardare nel video sotto.

Buona visione.

Pigmalyon di Rousseau

Davide Bugatti 09 Febbraio 2020

Rispondi