mitologia norrena - le capre del Dio Thor

Le capre di Thor il Dio del tuono

Nell’immaginario comune tutti i personaggi importanti della mitologia – come ad esempio Thor, il Dio norreno del tuono – dovevano possedere come cavalcature dei possenti cavalli; in realtà il Dio figlio di Odino possedeva delle capre magiche.

Thor, il Dio del tuono e le sue armi

Mjöllnir il frantumatore

Thor è il Dio norreno che incuteva paura con i frastuoni dei suoi tuoni, possente in battaglia e terribile negli scontri contro i suoi nemici per eccellenza, i Giganti.
Questo Dio ha tra le proprie caratteristiche un arma ben distinta: Mjöllnir, il frantumatore.
Il martello di Thor è divenuto famoso in questo periodo grazie anche ai fumetti e alla filmografia della Marvel.

Martello o randello?

Lo sapevi che in realtà non sempre il martello di Thor, il Mjöllnir, viene identificato da un … martello?
Nell’antichità infatti era identificato da un ascia, o anche da un randello.

Un carro trainato da capre

Tra le altre caratteristiche del Dio del tuono c’è il carro, che viene trainato da una coppia di capre magiche.
Tanngnjóstr e Tanngrisnir erano le due capre del Dio, che trainavano il suo carro nelle avventure, il carro che muovendosi nel cielo provocava il tuono.
Questo è il significato dei loro nomi:

  • Tanngnjóstr = che fa scricchiolare i denti;
  • Tanngrisnir = che digrigna i denti (o forse i cui denti non hanno un allineamento ordinato).

La loro particolare caratteristica è quella di essere – al bisogno – anche il pasto del Dio.
Una volta uccise le capre e scuoiate, esse venivano arrostite e mangiate.
Le ossa infine venivano riposte sulle pelli che erano state precedentemente separate.
La mattina successiva il Dio faceva roteare Mjöllnir e benediva le pelli, riportando in vita in questo modo le due capre.
Ci fu una volta che però la procedura non andò a buon termine, e ce lo racconta Snorri Sturluson nell’Edda.

Il viaggio verso Jotunheimr

Un giorno Thor partì verso il regno dei giganti, Jotunheimr dai ghiacci perenni, uno dei nove mondi oltre i fiumi cosmici Élivágar.
Partì con il suo carro trainato come sempre dalle capre magiche, ed assieme a lui viaggiava Loki, il Dio degli inganni.

La sera i due Dei raggiunsero una fattoria dove trovarono alloggio.
Thor uccise le due capre e preparò la cena.
Una volta pronte invitò al tavolo anche la famiglia del fattore, raccomandandosi di gettare le ossa sulle pelli.
La mattina seguente il Dio fece ritornare in vita le due capre, ma si accorse che una di essa zoppicava.
La sera prima infatti il figlio del fattore, di nome Þjálfi, aveva rotto in due un osso con il coltello per poter mangiare il midollo.
Thor capì cosa era accaduto e si infuriò spaventando il fattore e la sua famiglia, che si gettò a terra chiedendo perdono.
Il Dio del tuono vide il terrore nei suoi ospiti e la sua collera sparì.
Come compenso per ciò che era accaduto, Thor prese con se i figli del fattore, come servitori: Þjálfi, il colpevole dell’accaduto, e la ragazza di nome Ròskva.

Thor il Dio del tuono

Il viaggio verso Hymir

Secondo la versione più antica di quella raccontata recedentemente,
nel “Hymiskviða – Carme di Hymir”, l’episodio avvenne quando i Dei Thor e Tyr viaggiarono verso la dimora del gigante Hymir, padre di Tyr, per procurarsi un calderone magico.
Giunti poco distanti dalla meta, Thor affida le capre a Egill.
Conclusa l’avventura, e in possesso del calderone, le due divinità riprendono le capre ma dopo breve tragitto una della capre cade a terra mezza morta, a causa di una zampa slogata.
Sebbene fosse Loki il colpevole, tocca a Egill risarcire il Dio del tuono, consegnandogli i due figli come servitori.

Il benevole Dio dei capri

Le due capre e il carro sono legate alla manifestazione del Dio Thor, raffigurando il tuono e il suo frastuono.
La relazione delle capre con Thor ha il potere di valorizzare la funzione benefica di questi animali, contrapponendosi alla funzione negativa della relazione demoniaca, con le streghe e i maghi.
In un veso dell’Edda Poetica Thor viene chiamato Hafra dròttinIl signore dei capri.

Se vuoi leggere alcuni articoli con tema la Mitologia, spostati nel menù dell’apposita sezione.
Di mitologia norrena se ne parla anche nell’articolo Axis Mundi: gli alberi, sostegno dell’Universo.

Autore Davide Bugatti

Bibliografia sulle capre di Thor, il Dio del tuono

Se sei interessato ad acquistare i libri segnalati sotto, puoi valutare quelli suggeriti dal portale di Amazon, di cui il sito di Wilusa guerraepace è affiliato.
Tieni presente che nel caso di acquisti su Amazon tramite i link indicati, il sito di Wilusa riceve una piccola percentuale di affiliazione, utili per coprire le varie spese che comporta avere un sito internet in primis.

Le capre di Thor

  • Hymiskviða – Carme di Hymir

Titolo: Edda in prosa, 21,44
Autore: Snorri Sturluson

Titolo: Il canzoniere eddico

I miti norreni in generale

Titolo: I miti nordici

Autore: Gianna Chiesa Isnardi

Titolo: Miti del Nord

Autore: Neil Gaiman

Titolo: I Miti Norreni

Autore: Mila Fois

Titolo: I Miti Norreni: Il Libro Illustrato
Autore: Mila Fois
Illustratore: Alberto Orso

Autore Davide Bugatti, 06 Gennaio 2020.

Rispondi