Biografie_ Þórður kakali Sighvatsson - capo islandese

Þórður kakali Sighvatsson – capo islandese

Þórður kakali Sighvatsson (morto nel 1256) (il soprannome kakali significa probabilmente “Il balbuziente”) era un capo islandese del XIII secolo durante l’ Età degli Sturlung, figlio di Sighvatur Sturluson, il fratello di Snorri Sturluson noto storico e poeta vichingo.

La biografia

Dopo la morte di suo fratello Sturla nella battaglia di Örlygsstaðir nel 1238, Þórður tornò a casa dalla Norvegia (circa 1242).
Negli anni successivi viaggiò in giro per l’Islanda, radunando le forze sia per assicurarsi la propria vita che per vendicare la sua famiglia.

Nel 1244 Þórður era di stanza nei fiordi occidentali e decise di tentare di tornare indietro per rivendicare la terra della sua famiglia intorno a Eyjafjörður.
Andava per mare con i suoi uomini su piccole barche.
Non era andato lontano quando si imbatté nella forza di Kolbeinn il Giovane, che era più grande della sua, e combatterono l’unica battaglia navale degna di nota dell’Islanda, Flóabardagi.
L’esito della battaglia viene considerato un pareggio.
Entrambi i comandanti sopravvissero al conflitto e proseguirono per la loro strada, ma l’esercito di Kolbeinn aveva subito perdite maggiori.

La battaglia di Haugsnes

Un anno dopo, nel 1245, Kolbeinn il Giovane morì e Brandur Kolbeinsson prese il comando della famiglia Ásbirningar.
Nel frattempo, le forze di Þórður continuarono a crescere e nel 1246 affrontò Brandur nella battaglia di Haugsnes, il conflitto più sanguinoso mai combattuto in Islanda, dove perirono circa 100 vichinghi.

L’esito della battaglia fu a favore di Þórður, che lo rese l’uomo più potente d’Islanda.
Nel 1250, tuttavia, Þórður fu richiamato in Norvegia dal re Haakon IV, poiché voleva avere a portata di mano il più potente capo islandese dell’epoca.
Sei anni dopo Þórður morì in Norvegia, dopo aver ricevuto la notizia dal re che, dopotutto, sarebbe stato rimandato in Islanda.

Traduzione di una pagina di Wikipedia.

1 thought on “Þórður kakali Sighvatsson – capo islandese”

Rispondi