Cronologia dei re Vandali

Cronologia dei re Vandali (Vandili)

Sebbene la storia del Vandali inizi secoli prima di Cristo, la cronologia e i nomi dei re Vandali li conosciamo con certezza solamente con il loro ingresso nella storiografia e nelle vicissitudini romane, che avviene successivamente al secondo secolo dopo Cristo: di seguito ho preparato una breve cronologia in base alle etnie dei Vandali.


I sovrani Vandali

I Vandali erano divisi in due etnie:

  • i Silingi, di cui ho trovato solo il nome di un unico re, che riporto sotto;
  • gli Asdingi, i cui nomi dei sovrani sono maggiormente noti, e che ad un certo punto unificarono sotto il loro scettro entrambe le etnie, avvenuto nel 416.

Ci sono noti anche altri re, ma di cui non è specificata l’etnia.

Tutti i re discendevano secondo i miti dal Drago Amphisbene dei Vandali e dalla Grande Dea Vandali (purtroppo le fonti che ho trovato non sono ben chiare).
A sua volta il Drago Amphisbene discende da Jormungandr, il Serpente Marino di Midgar, figlio di Loki.

Elencherò quindi i sovrani dei Vandali suddivisi in tre sezioni specifiche.
Prova a visionare anche la Timeline che ho creato sui Re dei Vandali.


Sovrani Vandali non ben precisati

Di questi sovrani non ho trovato ben specificato l’etnia, quindi li riporto separatamente.

  • Ambri ed Assi, leggendari duchi dell’antichità, ma non è specificato il periodo.
    • Essi detengono il potere quando i Vandali risiedevano nella regione della Polonia.
  • Igillo, capo dei Burgundi o dei Vandali nel 278.
    • Nasce in Baviera prima del 250.
    • Nel 278 fu fatto prigioniero dall’imperatore romano Marco Aurelio Probo.
    • Morirà dopo il 278.

Re dei Vandali Asdingi

L’etnia maggiore dei Vandali, con una lunga lista di sovrani.

  • Raus e Raptus, sovrani degli Asdingi nel II secolo.
    • Parteciperano alle Guerre marcomanniche nella regione della Dacia.
  • Visumar, re dei Vandali Asdingi nel 335.
    • Il suo regno occupava la Transilvania in Romania, Tisza in Ucrania, e parte dell’allora Provincia romana della Dacia.
    • Morirà quando i Goti di Geberic conquistarono la Dacia.
    • Alla sua morte i Vandali ottengono dai romani di potersi trasferire in Pannonia come federati.
  • Godigìselo, (Gôdagisl), re dei Vandali Asdingi almeno dal 400 fino al 406.
    • Nasce nel 359 circa.
    • Nel 365 sposò la nobile vandala Flora Frilla Elisa, madre dei suoi figli Gunderico (379) e Gelmer.
    • Nel 389 da una concubina ha Genserico.
    • Nel 405 guidò una coalizione di vari popoli – formata soprattutto da germanici – dalla Pannonia al Reno per entrare nella ricca Gallia.
    • Morirà in battaglia nel 406 a Treviri contro i Franchi federati dei Romani.
  • Gunderico, (Guntharix), re dei Vandali Asdingi dal (406), dei Vandali Silingi (416), degli Alani (426), fino alla morte nel 428.
    • Nasce nel 379.
    • Nel 411 trasferisce il suo popolo in Spagna, e fonda il regno di Vandalusia.
    • In Betica i Vandali Silingi si sottomettono a lui, dopo il disastro del 416.
    • Nel 426 gli Alani di Spagna, dopo essere stati a loro volta massacrati dai Visigoti e perso il loro re Atace (Addax, Atass) , si uniscono a Gunderico riconoscendolo come proprio re.
    • Morirà nel 428 a Siviglia.
  • Genserico, (Geiserix), altri nomi Geiserico o Gaiserico, re dei Vandali dal 428 fino alla morte nel 25 gennaio 477.
    • Nasce nel 389 circa.
    • Nel 429 trasferisce il suo popolo – composto da circa 80.000 persone, tra cui 15.000/20.000 guerrieri – in Africa, conquistando in breve tempo l’Africa romana e fonda il regno Vandalo d’Africa.
    • Tra i suoi figli: Unnerico (futuro re dei Vandali), Teudorico e Teodorico, Gento (morto in battaglia nel 477).
    • Massimo splendore del regno vandalo, che comprendeva l’ex Africa romana, la Sicilia, la Sardegna, le isole Baleari, e la parte meridionale della Spagna.
    • Nel 2 giugno 455 avviene il sacco di Roma per mano dei Vandali di Genserico.
    • Morirà a Cartagine il 25 gennaio del 477.
Il regno dei Vandali fondato da Genserico occupava l'ex Africa romana, la Sicilia, la Sardegna, la Corsica, le isole Baleari, a la parte meridionale della Spagna
Immagine del regno dei Vandali sotto Genserico, presa da Wikipedia
  • Unnerico, (Hunerix), re dei Vandali e degli Alani dal 26 gennaio 477 al 23 dicembre 484.
    • Nel 460 sposa Eudocia, figlia dell’imperatore romano Valentiniano III, e insieme hanno come figlio Ilderico, futuro re dei Vandali.
    • Nel 472 ripudia Eudocia per via dei contrasti sulla fede (lui ariano, lei cattolica).
    • Il 26 gennaio 477 diventa re e sarà il primo a proclamarsi con il titolo re dei Vandali e degli Alani.
    • Muore di peste il 23 dicembre 484 a Cartagine.
  • Gutemondo, (Gunthamund), re dei Vandali e degli Alani dal 24 dicembre 484 al 496.
    • Nasce nel 450 circa da Gento, figlio di re Genserico, ed ah come fratello Trasamondo, futuro re dei Vandali.
    • Nonostante fosse di fede ariana, al contrario dei suoi predecessori terminò le persecuzioni contro i cattolici.
    • Morirà nel 496 durante una partita di caccia.
  • Trasamondo, (Transamóndo), re dei Vandali e degli Alani dal 496 al 6 maggio del 523.
    • Nasce nel 450 da Gento, figlio di re Genserico.
    • Nel 500 si allea con gli Ostrogoti e sposa la principessa ostrogota Amalafrida, sorella del loro re Teodorico il Grande.
    • Morirà il 6 maggio del 523.
  • Ilderico, (Hilderix), re dei Vandali e degli Alani dal 523 al 530.
    • Nasce circa nel 457.
    • Nel 530 venne deposto dai nobili vandali, e al suo posto viene eletto Gelimero.
    • Morirà nel 533 in prigione assassinato per ordine di Gelimero.
  • Gelimero, (Geilamir), re dei Vandali e degli Alani dal 530 al marzo 534.
    • Nasce nel 480 a Balaton, da Geilaris figlio di Gento figlio a sua volta di Genserico.
    • Nel 530 nobili vandali depongono il re Ilderico e nominano al suo posto Gelimero, mentre Ilderico verrà imprigionato.
    • Nel 532 l’imperatore romano d’oriente Giustiniano I dichiara guerra a Gelimero.
    • Nella primavera del 533 Goda (nato nel 500 circa e forse di origine gotica) governatore della Sardegna in nome di Gelimero, si ribella si proclama re di Sardegna; Gelimero manda una armata al comando di suo fratello Zaro a riprendere l’isola, e in estate Goda verrà battuto in battaglia, dove probabilmente troverà anche la morte.
    • Nel 533 Gelimero ordina di assassinare in prigione Ilderico.
    • Nel 534 Gelimero verrà vinto in battaglia dal generale romano Belisario, e a marzo si arrenderà al generale per essere poi portato a Costantinopoli .
    • Cessa l’esistenza del Regno dei Vandali e la storia del suo popolo.
    • Morirà nel 553 in Galazia, dove aveva ricevuto delle terre dall’imperatore Giustiniano I.

Re dei Vandali Silingi

Di questa etnia dei Vandali ho trovato la certezza di un unico re.

  • Frédébal, (Fredbalus) re dei Vandali Silingi fino al 416.
    • Nasce nel 367.
    • Nel 400 gli nasce la figlia Frédéa, che nel 414 sposerà a 14 anni Genserico.
    • Nel 416 affronta nella Battaglia di Bétique il re visigoto Wallia, dove viene fatto prigioniero e spedito a Ravenna all’Imperatore Flavio Onorio.
    • Dopo la cattura del loro re e la perdita di molti uomini per mano dei Visigoti di Wallia, i Silingi si sottomettono a Gunderico e da allora seguiranno i Vandali Asdingi.

Per avere maggiori informazioni sui Re dei Vandali leggi anche questo articolo sul sito wilusa.it


L’autore dell’articolo

Davide Bugatti

Autore

Ideatore e il fondatore del progetto Wilusa, oltre a gestire il sito principale – www.wilusa.it – gestisce ed è autore di articoli divulgativi del sito www.guerraepace.it facente sempre parte del progetto.

Appassionato di mitologia e di storia antica.


Libri utili

In questa sezione trovi alcuni consigli di acquisti che puoi fare.
Tramite il link di Amazon che qui hai a disposizione, e se decidi di fare l’acquisto, Wilusa avrà una piccola percentuale.
Sentiti libero di comprare attraverso i link o di acquistare tramite la tua libreria di fiducia.


1 thought on “Cronologia dei re Vandali (Vandili)”

Rispondi