Cronologia dei re Vandali

La Timeline dei re dei Vandali (Vandili), re storici e leggendari

Questa Timeline ha lo scopo di presentare graficamente una cronologia dei re dei Vandali – tra i protagonisti dei popoli delle invasioni barbariche dell’impero romano – con alcune informazioni di base sugli eventi principali di questi sovrani; le informazioni che abbiamo sono molto fumose per quanto riguarda l’inizio della loro storia, ma man mano che il popolo dei Vandali ha a che fare con i Romani abbiamo sempre più dettagli.

Per una cronologia classica con elenchi, ma soprattutto per collegamenti per le varie voci, ti consiglio di leggere questo articolo.
Per avere invece altre informazioni e consigli su articoli ed altro ancora, passa a questo articolo sul sito di wilusa.it


La Timeline in ordine cronologico dei re dei Vandali

Per molto tempo i Vandali furono divisi in due etnie:

  • gli Asdingi;
  • i Silingi.

Dai documenti storici, soprattutto all’inizio del loro inserimento nella storiografia romana, non fu sempre chiaro se il condottiero in questione fosse degli Asdingi o dei Silingi.
Quindi quando possibile ho specificato a quale etnia si riferisse.
Inoltre nel 416 si riunirono in un unico popolo: da quella data quindi il re in questione diventa semplicemente re dei Vandali.
Infine dal 477, partendo da Unnerico, i vari re iniziarono a proclamarsi come Re dei Vandali e degli Alani.

Wilusa

Periodo non definito

Ambri ed Assi

Leggendari duchi dell’antichità

Vissuti quando i Vandali risiedevano nella regione della Polonia

II° secolo dopo Cristo

Raus e Raptus

Re dei Vandali Asdingi

Vissuti durante le guerre marcomanniche del II secolo, nella regione della Dacia.

278

Igillo

Principe e condottiero dei Vandali o dei Burgundi

Nasce in Baviera.
Nel 278 è principe e condottiero dei Vandali o dei Burgundi – popoli alleati in questo periodo.
Negli scontri contro l’imperatore romano Marco Aurelio Probo nella Provincia romana di Rezia, Probo farà strage dei Germani e catturerà Igillo.

Durante il 335

Visumar

Re dei Vandali Asdingi

Sovrano durante il IV° secolo dopo Cristo, il suo regno occupava:

  • la Transilvania in Romania;
  • Tisza in Ucrania;
  • parte dell’allora Provincia romana della Dacia.

Morì forse nel 335, quando i Goti di Geberic conquistarono la Dacia.
I Vandali allora ottennero dai Romani il permesso di spostarsi in Pannonia.

Almeno dal 400 fino al 406

Godigìselo

Re dei Vandali Asdingi

Nasce circa nel 359.
Tra il 400 e il 401 guida i Vandali Asdingi dalla Pannonia alla Retia.
Tra il 405 e il 406 si rimette in marcia verso la Gallia.
Nel 406 si scontra presso Treviri contro i Franchi federati dei Romani.

Fino al 416

Frédébal, (Fredbalus)

Re dei Vandali Silingi

Nasce nel 367

Diventa re dei Vandali Silingi situati nella penisola iberica.
Nel 416 affronta nella Battaglia di Bétique il re visigoto Wallia.
Fatto prigioniero venne spedito a Ravenna all’Imperatore Flavio Onorio.

Dal 406 al 428

Gunderico

re dei Vandali Asdingi dal (406), dei Vandali Silingi (416), degli Alani (426), fino alla morte nel 428.

Nasce nel 379.
Nel 406 diventa re dei Vandali Asdingi.
Nel 411 trasferisce il suo popolo in Spagna, e fonda il regno di Vandalusia.
Nel 416 i Vandali Silingi si sottomettono a lui.
Nel 426 gli Alani di Spagna si sottomettono a lui.
Nel 428 muore a Siviglia.

Dal 428 al 25 gennaio 477

Genserico

Re dei Vandali

Nasce nel 389.
Nel 428 diventa re dei Vandali.
Nel 429 trasferisce il suo popolo in Africa, conquistando in breve tempo l’Africa romana.
Tra i suoi figli: Unnerico (futuro re dei Vandali), Teudorico, Teodorico e Gento.
Massimo splendore del regno vandalo, che comprendeva l’ex Africa romana, la Sicilia, la Sardegna, le isole Baleari, e la parte meridionale della Spagna.
Nel 2 giugno 455 avviene il sacco di Roma per mano dei Vandali di Genserico.
Muore il 25 gennaio 477 a Cartagine

Dal 26 gennaio 477 al 23 dicembre 484

Unnerico

Re dei Vandali e degli Alani

Data di nascita sconosciuta.
Nel 460 sposa Eudocia, figlia dell’imperatore romano Valentiniano III.
Tra il 460 e il 461 ha da Eudocia il figlio Ilderico.
Nel 472 ripudia Eudocia per via dei contrasti sulla fede (lui ariano, lei cattolica).
Il 26 gennaio 477 diventa re, e per primo si proclama re dei Vandali e degli Alani.
Muore di peste il 23 dicembre 484 a Cartagine.

Dal 24 dicembre 484 al 496

Gutemondo

Re dei Vandali e degli Alani

Nasce circa nel 450 da Gento, figlio a sua volta di re Genserico.
Il 24 dicembre 484 diventa re dei Vandali e degli Alani.
Nonostante di fede ariana, al contrario dei suoi predecessori terminò le persecuzioni contro i cattolici.
Muore nel 496 durante una partita di caccia, e gli succederà suo fratello Trasamondo.

Moneta di Gutemondo, re dei Vandali e degli Alani
Moneta di Gutemondo

Dal 496 al 523

Trasamondo

Re dei Vandali e degli Alani

Nasce circa nel 450 da Gento, figlio a sua volta di re Genserico.
Il 496 diventa re dei Vandali e degli Alani.
Nel 500 si allea con gli Ostrogoti e sposa la principessa ostrogota Amalafrida, sorella del loro re Teodorico il Grande.
Muore il 6 maggio del 523, e gli succederà suo cugino Ilderico.

Moneta di Trasamondo, re dei Vandali e degli Alani
Moneta di Trasamondo, re dei Vandali e degli Alani

Dal 523 al 530

Ilderico

Re dei Vandali e degli Alani

Nasce circa nel 460 da Unnerico figlio a sua volta di Genserico, e da Eudocia, figlia dell’imperatore romano Valentiniano III.
Il 523 diventa re dei Vandali e degli Alani.
Nel 530 i nobili vandali lo deposero ed elessero re Gelimero.
Muore in prigione nel 533, assassinato per ordine di Gelimero.

Moneta di Ilderico, re dei Vandali e degli Alani
Moneta di Ilderico, re dei Vandali e degli Alani

Dal 530 al 534

Gelimero

Re dei Vandali e degli Alani

  • Nasce nel 480.
  • Nel 530 nobili vandali depongono il re Ilderico e nominano al suo posto Gelimero, mentre Ilderico verrà imprigionato.
  • Nel 532 l’imperatore romano d’oriente Giustiniano I dichiara guerra a Gelimero.
  • Nella primavera del 533 Goda (nato nel 500 circa e forse di origine gotica) governatore della Sardegna in nome di Gelimero, si ribella si proclama re di Sardegna; Gelimero manda una armata al comando di suo fratello Zaro a riprendere l’isola, e in estate Goda verrà battuto in battaglia, dove probabilmente troverà anche la morte.
  • Nel 533 Gelimero ordina di assassinare in prigione Ilderico.
  • Nel 534 Gelimero verrà vinto in battaglia dal generale romano Belisario, e a marco si arrenderà al generale per essere poi portato a Costantinopoli .
  • Morirà nel 553 in Galazia, dove aveva ricevuto delle terre dall’imperatore Giustiniano I.
Moneta di Gelimero, re dei Vandali e degli Alani
Moneta di Gelimero, re dei Vandali e degli Alani
[bold_timeline_item_button title=”Expand” style=”” shape=”” color=”” size=”inline” url=”#” el_class=”bold_timeline_group_button”]

Questa è la prima Timeline che presento: che ne pensi? Hai suggerimenti?


L’autore della Timeline dei re dei Vandali

Davide Bugatti

Autore

Ideatore e il fondatore del progetto Wilusa, oltre a gestire il sito principale – www.wilusa.it – gestisce ed è autore di articoli divulgativi del sito www.guerraepace.it facente sempre parte del progetto.

Appassionato di mitologia e di storia antica.


Libri utili

In questa sezione trovi alcuni consigli di acquisti che puoi fare.
Tramite il link di Amazon che qui hai a disposizione, e se decidi di fare l’acquisto, Wilusa avrà una piccola percentuale.
Sentiti libero di comprare attraverso i link o di acquistare tramite la tua libreria di fiducia.


1 thought on “La Timeline dei re dei Vandali (Vandili), re storici e leggendari”

Rispondi